business angel business angel web
07 Feb

Tre dritte (e un consiglio) per il primo investimento da Business Angel

Di  Equinvest
(0 Voti)

Questo è un ottimo periodo per diventare un Business Angel: non solo grazie all’incremento degli sgravi fiscali contenuti nella Legge di Bilancio, applicabili proprio a partire da quest’anno, ma anche per un mercato che offre svariate possibilità.

Operare nel mondo degli investimenti permette a un Angel Investor di conoscere nuove realtà di business, vedere come le aziende lavorano e creare un proprio network. Se però non si ha alcuna esperienza sul campo, queste tre dritte -elaborate secondo le testimonianze di vari esperti- possono risultare molto utili.

  • Studiare per comprendere fino in fondo i “round di finanziamento”

All’inizio tutto può sembrare misterioso e complicato: in realtà non lo è. Leggere e  documentarsi possono essere i primi passi per capire quali sono le “regole” da rispettare durante un round di finanziamento. Innanzitutto bisogna conoscere le opzioni disponibili, come vengono valutate le startup e come gli imprenditori decidono di selezionare quelle su cui scommettere. Sempre meglio non improvvisare, ma affidarsi ai suggerimenti e agli insegnamenti di chi è più esperto.

  •  Capire quanto si è disposti a rischiare

Una volta compreso il meccanismo, si deve decidere quanto investire. La regola fondamentale da rispettare è non impegnare una cifra più alta rispetto a quella che si è disposti a perdere: capita spesso infatti si sopravvalutare le proprie capacità, almeno all’inizio. Per avere un metro di paragone, si può pensare che molti Angel Investor considerano un importo equo meno della somma che si userebbe per andare in vacanza.

  •  Iniziare a investire

Più si investe, più si impara a farlo: l’esperienza per un business angel conta eccome. Se ci si sente insicuri, si può sempre iniziare insieme a un gruppo o una rete di investitori, nell’attesa di lanciarsi in questa avventura in solitaria. Come evitare, invece, di diventare un cattivo Business Angel?Semplice: innanzitutto bisogna credere nella startup scelta, trattando il founder con rispetto e fiducia. Si firma un assegno e si lascia libera l’impresa di fare del proprio meglio. A beneficio di tutti.

Letto 582 volte Ultima modifica il Martedì, 07 February 2017 15:00
Devi effettuare il login per inviare commenti

Equinvest S.r.l.

  • Piazza del Popolo 3, Roma
  • Tel: +39 02 92853972
  • Fax: +39 06 92943542
  • ti.tsevniuqe@enoizerid
  • P.IVA 12917981008
  • Capitale sociale
  • € 328.397,55 i.v.

Social