investire in startup investire in startup
26 Gen

Investire in una startup, i consigli di un Business Angel di successo

Di 
(0 Voti)

Investire in una startup? Questione di dedzione e passione. Ecco i suggerimenti dell' imprenditore e Business Angel di successo Mark Suster

Per investire in una startup c'è bisogno di tempo, ma soprattutto di dedizione. Almeno secondo Mark Suster, imprenditore e Business Angel statunitense. Una delle domande che spesso si sente rivolgere ha a che fare con il motivo che lo spinge a scommettere su un imprenditore e la sua idea. La risposta? Molto semplice: si deve “innamorare” di loro. 

Potrà sembrare una spiegazione forse poco originale, ma “investire porta via molte ore, sia di notte che di mattina presto, anche nei weekend” spiega Suster. “Ci sono momenti positivi e altri negativi. Vittorie, arresti e persino qualche piccola battaglia. Come potrei decidere di iniziare questo viaggio, che potrebbe andare avanti per anni, se non ne fossi innamorato?”. Una caratteristica che lo porta a essere sempre molto coinvolto non solo con l’azienda scelta, ma anche con il team, e a studiare per ore il mercato, i competitor, le opportunità. Un atteggiamento non da tutti, come ha ammesso lui stesso, ma che si basa su un preciso principio: “La vita è troppo breve per lavorare con persone che non si ammirano profondamente o per idee a cui non si è davvero appassionati”. Secondo il Business Angel di Los Angeles un imprenditore, per convincerlo a investire nella sua idea, deve essere tenace, resiliente, competitivo, preciso, trasparente, in grado di affrontare  i rischi e ovviamente orientato all’obiettivo.
Anche i progetti proposti devono avere diverse peculiarità.

  • L’idea non deve essere scontata oppure ovvia.
  • Se l'impresa si occupa di tecnologia, questa deve essere fattibile, con un team dedicato: non lo attirano invece nuovi concetti di business o di vendita.
  • Particolarmente interessante è quell'azienda che voglia ridurre i costi per creare prodotti accessibili a tutti, ma che allo stesso tempo diano filo da torcere a eventuali competitor.
  • L’idea vincente è quella concepita dall’imprenditore con una mission, ma senza dimenticare il vantaggio economico che deve produrre.
  • Meglio un progetto che sia in una fase iniziale, in modo da poter contribuire in maniera attiva, e sotto diversi aspetti, allo sviluppo.

Nessuna magia, tiene a sottolineare Suster. Questi sono i suoi metodi, assolutamente personali: ma possono comunque aiutare nuovi Business Angel ad avere le idee più chiare per affrontare la loro avventura.

Letto 548 volte Ultima modifica il Giovedì, 26 January 2017 16:38
Devi effettuare il login per inviare commenti

Equinvest S.r.l.

  • Piazza del Popolo 3, Roma
  • Tel: +39 02 92853972
  • Fax: +39 06 92943542
  • ti.tsevniuqe@enoizerid
  • P.IVA 12917981008
  • Capitale sociale
  • € 328.397,55 i.v.

Social