25 Ott

Investimenti in startup innovative, tutte le agevolazioni fiscali

Di  staff equinvest
(0 Voti)

crowdfunding

La definizione di “startup innovative” ha fatto il suo ingresso nell'ordinamento giuridico italiano, quattro anni fa, grazie al Decreto Legge 179/2012, conosciuto anche come “Decreto Crescita 2012”. in virtù del quale godono anche di agevolazioni fiscali. Ma anche chi decide di fare investimenti in startup innovative può contare su una serie di benefici.

L'obiettivo infatti è quello di promuovere la visione di un paese che punta sempre di più nell’innovazione e nella creazione di nuove realtà imprenditoriali, dando la possibilità ai suoi cittadini di metter a frutto il proprio talento. Gli sgravi fiscali previsti e le indicazioni per ottenerli sono contenuti nel D.M. 30 gennaio 2014. La detrazione Irpef, per gli investimenti in startup innovative fino a un massimo di 500 mila euro a periodo d’imposta, è del 19%. Per le società è possibile una deduzione IRES del 20% da calcolare sulle somme investite, mentre diverse agevolazioni sono applicabili nel caso le startup siano a vocazione sociale, oppure sviluppino e commercializzino prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico in ambito energetico. Importanti novità sono state però introdotte dalla Legge di Stabilità 2017, presentata il 15 ottobre scorso. Cosa cambia? Innanzitutto la detrazione IRPEF, dal 19% diventa del 30%, per investimenti fino a un milione di euro. Ipotizzandone la cifra massima, con la manovra 2017 la detrazione sarà di ben 300mila euro, contro i 95mila di oggi. Le società sponsor potranno assorbire le perdite della startup, fino a 4 anni, compensandole con gli incentivi. Altre misure introdotte nel piano “Industria 4.0” riguardano:

  • la detassazione “capital gain” sugli investimenti a medio/lungo termine;
  • un programma “acceleratori d’impresa”, per agevolare la nascita di imprese focalizzate sull’industria 4.0, combinando strumenti agevolativi e attori istituzionali (come la Cassa Depositi e Prestiti);
  • la creazione di fondi d’investimento per brevetti e idee in ambito tecnologico;
  • Fondi di Venture Capital dedicati a startup Industria 4.0 in co-matching (CdP/Invitalia).

Le condizioni per poter usufruire delle agevolazioni fiscali per investimenti in startup innovative-sempre contenute del D.M 30 gennaio 2014- sono essenzialmente tre, ossia ricevere e conservare:

  • la certificazione della startup rispetto al periodo d’imposta dell’investimento;
  • una copia dettagliata del suo piano d’investimento;
  • una certificazione che attesti la sua attività.

Le startup innovative sono sicuramente tra le  grandi protagoniste del futuro imprenditoriale del paese. Non resta che attendere il definitivo via libera al potenziamento delle agevolazioni introdotte dal governo Renzi.

Letto 993 volte Ultima modifica il Mercoledì, 12 April 2017 09:41
Devi effettuare il login per inviare commenti

Equinvest S.r.l.

  • Piazza del Popolo 3, Roma
  • Tel: +39 02 92853972
  • Fax: +39 06 92943542
  • ti.tsevniuqe@enoizerid
  • P.IVA 12917981008
  • Capitale sociale
  • € 1.056.982,55 i.v.

Social