11 Ott

Equinvest e Clhub presentano Veranu. In evidenza

Di  Team Equinvest
(0 Voti)

L'unione fa la forza...dell'innovazione!

Siamo lieti di annunciare la nostra nuova partnership con Clhub e di presentare Veranu, il nuovissimo prodotto che vi consentirà di produrre energia semplicemente camminando.

Equinvest ha da poco intercettato un'importante opportunità di collaborazione, sempre nell'ottica di incrementare il proprio bacino di interlocutori immersi nello scenario dell'equity crowdfunding.

Fabio BancalàIl nostro CEO, ha accolto con entusiasmo questa nuova partnership:

"Equinvest è fortemente impegnata nella costruzione di un ecosistema sempre più friendly per le startup. Reputiamo dunque questa partnership strategica, considerando anche il fatto che la Sardegna in questi anni si è dimostrata a forte vocazione startup." Il nostro interlocutore e nuovo partner si chiama Clhub e si propone sin da subito come punta di diamante del cagliaritano in qualità di incubatore e acceleratore d'impresa; questo offre assistenza completa alle proprie startup che va dall'avvio di queste, all'assistenza legale, fino alla promozione.
L'incubatore è stato inaugurato a novembre 2015, e presentato ufficialmente il 18 Dicembre, e vanta un team giovanissimo costituito interamente da under 30.
Abbiamo chiesto al funder, Giovanni Sanna, da cosa nasce l’esigenza di creare Clhub nel suo territorio geografico e quali sono gli obiettivi che si prefigge nel lungo periodo:

"Clhub nasce dopo un'esperienza in California, in cui dopo aver approfondito i miei studi italiani alla UCLA (Tra le principali università al mondo) in Entrepreneurship & Venture initiation, assieme a mio fratello Riccardo abbiamo deciso di portare questa esperienza sul territorio vista l'assenza di un operatore che si posiziona come il nostro.
Clhub nel lungo si prefigge come obiettivo quello di diventare il principale hub tecnologico privato sardo in cui le startup possano "crescere", le aziende possano trovare assistenza per il riposizionamento sul mercato attraverso i processi di digital transformation & Open innovation, Smart working e anche l'academy per la formazione di nuovi professionisti dell'era digitale, insomma un vero e proprio polo innovativo."

Clhub, inoltre, già durante i primi mesi dal suo avvio, ha già ricevuto un primo seed round d'investimento direttamente dall'America e precisamente dalla famiglia Apodaca, proprietaria della Westport Costructions di Los Angeles.
In tal senso abbiamo chiesto in che modo la presenza di un investitore americano (piuttosto che italiano) possa aver agevolato il progetto:

"Si parla tanto di silicon Valley italiane e incubatori basati sui modelli americani, per cui pensiamo che un investitore attivo Americano possa aiutarci nel posizionarci meglio e trovare quindi il nostro spazio nell'ecosistema. Inoltre gli USA sono il nostro mercato di riferimento per tante ragioni, per cui un investitore americano che ci permetta eventuali scale up di nostre startup sul territorio californiano rappresenta sicuramente un punto di forza del nostro incubatore."

Una delle startup attualmente incubata da Clhub e che verrà promossa da Equinvest tramite una campagna di equity crowdfunding è Veranu; l'impresa 
punta a produrre una innovativa soluzione per la pavimentazione che possa generare energia pulita e servizi IoT sfruttando semplicemente il calpestio del pavimento.

Equinvest ha deciso di proporre ai business angel di investire in questo prodotto poiché  il mercato dell’energy harvesting è in rapida crescita ed è un mercato nuovo che può essere integrato ad attuali soluzioni di energia rinnovabile come quella solare o eolica.

Si stima, infatti, che nel 2022 tale mercato potrà valere 974.4 Milioni di Dollari (US), con un rate stimato di crescita dal 2016 al 2022 del 19.6% (Fonte Energy Harvesting Market Report by“marketsandmarkets.com” 1 ). Abbiamo chiesto a Clhub le motivazioni per cui ha scelto di incubare Veranu:

"Veranu rispecchia oltre l'idea, che riteniamo fantastica, uno dei requisiti chiave, ma allo stesso tempo difficili da trovare ovvero un grande e valido team. Abbiamo avuto poi modo di approfondire, durante il percorso di incubazione da loro affrontato, il progetto e siamo contenti di aver notato un'incredibile sviluppo in pochi mesi. Infatti vedere come un'idea diventa realtà e suscita interesse a livello internazionale riteniamo sia una grande soddisfazione come incubatore da una parte ma anche una garanzia verso gli investitori che vorranno far parte del progetto durante la campagna nella piattaforma Equinvest."

Dialogando poi con Alessio Calcagni, CEO di Veranu, abbiamo soddisfatto alcune curiosità relative alle specifiche dell'ideazione e del modus operandi dell'azienda. In particolare ci interessava sapere da dove origina l'intuizione di utilizzare la piezoelettricità per la creazione di energia pulita, e che team di lavoro è necessario per portare avanti un simile progetto.

"L'intuizione nasce dalla mia tesi di laurea specialistica in ingegneria elettronica, per la quale ho avuto modo di realizzare un sensore di pressione con materiali piezoelettrico basato su transistor organici a modulazione di carica (OCMFET) . Questo sensore doveva essere poi integrato in una pelle di robot per dargli il senso del tatto.
Quindi, dalla conoscenza tecnica approfondita sui piezoelettrici, capaci di rispondere con un segnale elettrico se sottoposti a pressione, e dalle competenze che ci insegnano in ingegneria di studiare le varie applicazioni, è nata l'idea di sfruttare la pressione che esercitiamo ad ogni passo sul suolo per produrre elettricità e questo è possibile grazie a questi materiali. 
E così nel 2012 nasce l'idea di un progetto innovativo capace di produrre energia dai passi: nasce Veranu.
Il team originario, ovvero i founder, è formato, oltre da me, da Simone Mastrogiacomo e Giorgio Leoni, amici prima che colleghi conosciuti in ingegneria elettronica e che completano le compentenze tecniche interne a Veranu. Ma una startup per essere competitiva necessità anche di altre professionalità in diversi settori: ecco quindi che col primo scale up del team Veranu può vantare di avere tra le proprie fila Giovanni Sanna, CFO, che cura gli aspetti finanziari della startup, Damiano Congedo, l'esperto di Comunicazione e gestione dei social media e infine Alessandro Ligas, nostro contatto col la stampa.
Infine a non ultimo per importanza il Venture Incubator Clhub, che è il nostro principale partner che tuttora ci sta aiutando e guidando in questo percorso di crescita imprenditoriale."

Infine abbiamo chiesto a Calcagni di darci egli stesso una stima del mercato potenziale di Veranu:

"Il mercato target di Veranu è quello dell'energy harvesting, in fortissima ascesa e che raccoglie tutti i sistemi di generazione energetica da fonti rinnovabilibcome rinnovabili sono i passi che facciamo sulla nostra mattonella.
Le potenzialità sono enormi: Veranu è infatti una tecnologia che trasforma l'energia dei nostri passi in energia elettrica ed è ecosostenibile in quanto realizzata con materiali riciclati, cosa che permette di abbattere sia le emissioni di CO2 sia i costi di produzione, facile da installare e da gestire in caso di manutenzione grazie alla sua struttura modulare è totalmente integrabile con la pavimentazione tradizionale diventando così invisibile.  Con soli 20 passi su una mattonella, Veranu può accendere un lampione a luci led e installato in luoghi molto affollati come piazze, aeroporti, centri commerciali può dare un notevole contributo per ridurre le spese energetiche legate per esempio all'illuminazione. 
Veranu può essere installato sia indoor che outdoor e i principali clienti della nostra tecnologia sono le Municipalità e aziende pubbliche e private che possiedono aree caratterizzate dall'essere molto affollate. Considerando le Municipalità, un Comune potrebbe installare Veranu in una piazza molto affollata, integrandola con la tipica pavimentazione di un centro storico, esempio i sanpietrini, che verranno posati sopra la nostra tecnologia, e con l'energia che i cittadini trasferirebbero su Veranu stesso durante tutta la giornata, potrebbe alimentare dei lampioni Led e illuminare così quella piazza stessa."

investi su veranu

 

 

 

 

Letto 1246 volte Ultima modifica il Lunedì, 17 October 2016 09:07
Devi effettuare il login per inviare commenti

Equinvest S.r.l.

  • Piazza del Popolo 3, Roma
  • Tel: +39 02 92853972
  • Fax: +39 06 92943542
  • ti.tsevniuqe@enoizerid
  • P.IVA 12917981008
  • Capitale sociale
  • € 328.397,55 i.v.

Social