08 Giu

L’equity crowdfunding esteso a tutte le PMI srl

Di 
(0 Voti)

Le PMI costituite sotto forma di società a responsabilità limitata possono ora accedere all’ equity crowdfunding

È questa la grande novità della “manovra bis” che conclude il percorso iniziato con la Legge di stabilità 2017, che aveva già esteso questa possibilità alle PMI SpA, precedentemente prevista solo per le startup e le PMI innovative. 7

Con l’art. 57 comma 1 del D.L. 50/2017- pubblicato in Gazzetta Ufficiale e in vigore dal 24 aprile 2017- si dà quindi l'opportunità a tutte le PMI di poter usufruire delle piattaforme online per la raccolta di capitali di rischio. Il testo recita testualmente:“All'articolo 26, commi 2, 5 e 6, del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221, le parole: "start-up innovative" e "start-up innovativa", ovunque ricorrano, sono sostituite dalla seguente: "PMI." A queste società quindi non si applica il divieto di operazioni sulle proprie partecipazioni - stabilito dell’articolo 2474 cod. civ.- qualora “l'operazione venga compiuta in attuazione di piani di incentivazione che prevedano l'assegnazione di quote di partecipazione a dipendenti, collaboratori o componenti dell'organo amministrativo, prestatori di opera e servizi anche professionali.” Anche la PMI srl può ora creare categorie di quote “fornite di diritti diversi e, nei limiti imposti dalla legge, può liberamente determinare il contenuto delle varie categorie anche in deroga a quanto previsto dall'articolo 2468, commi secondo e terzo, del codice civile”. Inoltre “puo' creare categorie di quote che non attribuiscono diritti di voto o che attribuiscono al socio diritti di voto in misura non proporzionale alla partecipazione da questi detenuta ovvero diritti di voto limitati a particolari argomenti o subordinati al verificarsi di particolari condizioni non meramente potestative”.  

Questo significa che le PMI srl possono ora emettere, per esempio, quote senza diritto di voto o con voto proporzionale da offrire agli investitori che, proprio grazie all’equity crowdfunding, partecipano al capitale sociale dell’azienda. I vantaggi per le PMI che si rivolgono all’equity crowdfunding sono importanti: oltre a poter ricorrere a un sistema alternativo e innovativo di finanziamento, riescono anche a stabilire il “peso” e i diritti di ogni investitore che decide di scommettere sul loro business. Un passo avanti nel loro percorso di crescita- o di ripresa- sicuramente da non sottovalutare.  

Letto 178 volte Ultima modifica il Mercoledì, 14 June 2017 11:22
Devi effettuare il login per inviare commenti

Equinvest S.r.l.

  • Piazza del Popolo 3, Roma
  • Tel: +39 02 92853972
  • Fax: +39 06 92943542
  • ti.tsevniuqe@enoizerid
  • P.IVA 12917981008
  • Capitale sociale
  • € 328.397,55 i.v.

Social