crowdfunding

La definizione di “startup innovative” ha fatto il suo ingresso nell'ordinamento giuridico italiano, quattro anni fa, grazie al Decreto Legge 179/2012, conosciuto anche come “Decreto Crescita 2012”. in virtù del quale godono anche di agevolazioni fiscali. Ma anche chi decide di fare investimenti in startup innovative può contare su una serie di benefici.

Scegliere di dedicarsi a degli investimenti in startup, soprattutto se appena fondate, potrebbe essere un’avventura meravigliosa (e redditizia) oppure trasformarsi un clamoroso fiasco. Richiede molto coraggio, entusiasmo e la consapevolezza che le cose potrebbero non andare come sperato.

L'unione fa la forza...dell'innovazione!

Siamo lieti di annunciare la nostra nuova partnership con Clhub e di presentare Veranu, il nuovissimo prodotto che vi consentirà di produrre energia semplicemente camminando.

Il Crowdfunding (letteralmente “finanziamento dalla folla”) è un fenomeno nato come una sorta di rivoluzione nel mondo della finanza tradizionale con un duplice obiettivo:

1. rendere più democratici i processi di investimento, avvicinandoli al pubblico retail;

2. Permettere alle aziende promettenti un più semplice accesso ai capitali.

La raccolta avviene tramite piattaforme online, in cui le persone possono inviare somme di qualsiasi importo, dirette a finanziare progetti e iniziative di vario genere.

STARTUP A CACCIA DI INVESTITORI SU EQUINVEST.IT

Milano – Due nuove startup innovative entrano a far parte del network di Equinvest.it, la prima piattaforma di Venture Capital crowdfunding-based. Via allo start ufficiale delle campagne online di raccolta capitali che consentiranno ai progetti imprenditoriali d’eccellenza, Papèm e menoo, di intercettare investitori pronti a fare ingresso nella governance societaria per accelerare crescita e sviluppo.

Equity crowdfunding, bilancio della prima campagna e nuove scommesse del mercato

MILANO – Un asset alternativo alla finanza tradizionale, che assicura rendimenti e che consente di ampliare e semplificare l’accesso al mondo dorato delle startup. L’equity crowdfunding anche in Italia inizia a prendere corpo, generando numeri che attendono di trasformarsi in fatturati a 7 cifre. Anche Equinvest, società fondata da Fabio Bancalà - che gestisce l’omonima piattaforma - oggi può parlare di primo bilancio, mappando i risultati attraverso le variabili economiche e le dinamiche sociologiche che hanno caratterizzato la prima campagna.

Da due ingegneri nucleari, Bruno Garavelli e Pietro Pozzi, è arrivata una grande idea. XNext ha reinventato i raggi X, per identificare in tempo reale le contaminazioni e i difetti in ciò che viene prodotto. “Il nostro obiettivo è rendere più puliti e sicuri il cibo di tutti i giorni e i farmaci che assumiamo, ma anche i viaggi che facciamo in treno, ad esempio”, spiega Garavelli. La tecnologia era stata messa a punto con il Politecnico di Milano, gli sviluppi richiedevano capitali aggiuntivi.

Non è una novità che il tessuto imprenditoriale italiano sia principalmente composto da aziende di piccole e medie dimensioni che, nonostante il piccolo taglio, costituiscono più spesso di quanto si pensi, imprese di qualità ed eccellenza.
Carlo Bassi, fondatore di BacktoWork24, ha stilato queste dieci utili regole per investire in aziende di piccole e medie dimensioni, non cadendo in alcuni degli errori che possano minacciare la redditività dell’investimento.

Equinvest S.r.l.

  • Piazza del Popolo 3, Roma
  • Tel: +39 02 92853972
  • Fax: +39 06 92943542
  • ti.tsevniuqe@enoizerid
  • P.IVA 12917981008
  • Capitale sociale
  • € 311.839,70 i.v.

Social